Home Forum General Category Germania Informazioni su specializzazione in Germania.

76 risposte, 0 voices Last updated by  Peppe Cannuni 3 anni, 11 mesi fa
Stai vedendo 15 articoli - dal 46 a 60 (di 147 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #755

    JKRowling
    Membro
    @JKRowling

    Come Si puó iniziare , dall’ Italia , a contattare gli ospedali tedeschi ??? C’ è un modo per sapere dove c’ è maggiore possibilità di essere accettati?

    #3491

    Attilioleone
    Membro
    @Attilioleone

    Come Si puó iniziare , dall’ Italia , a contattare gli ospedali tedeschi ??? C’ è un modo per sapere dove c’ è maggiore possibilità di essere accettati?

    #756

    Virginia Camponetti
    Membro
    @Virginia Camponetti

    Ho scoperto quasi per caso questo interessantissimo Forum e sarei interessato alla Specializzazione in Medicina Interna con indirizzo “generale”,anche perchè,per me, in Italia non ci sono per questo indirizzo possibilità concrete,salvo miracoli. Volevo chiedere a chi ha esperienza se la “concorrenza” per essere ammessi a questa interessantissima specialità è feroce oppure limitata a livelli,per così dire, accettabili , e come è la Medicina Interna rispetto all’Italia. Ringrazio fin da subito chi vorrà rispondermi

    #3565

    simonecanepa
    Membro
    @simonecanepa

    Ho scoperto quasi per caso questo interessantissimo Forum e sarei interessato alla Specializzazione in Medicina Interna con indirizzo “generale”,anche perchè,per me, in Italia non ci sono per questo indirizzo possibilità concrete,salvo miracoli. Volevo chiedere a chi ha esperienza se la “concorrenza” per essere ammessi a questa interessantissima specialità è feroce oppure limitata a livelli,per così dire, accettabili , e come è la Medicina Interna rispetto all’Italia. Ringrazio fin da subito chi vorrà rispondermi

    #757

    cristina_imbesi
    Membro
    @cristina_imbesi

    Salve a tutti, sono laureata e abilitata in Italia e sto pensando di specializzarmi in Germania. Al momento non so una parola di tedesco e leggevo che è necessario il certificato B2; considerando che ora ho un sacco di tempo libero e che potrei dedicarmi allo studio della lingua in maniera intensiva, secondo voi quanto ci si può impiegare a superare l’esame?
    Avevo sentito dire che per essere assunti bastava avere un livello discreto e che l’ospedale ti dava la possibilità di perfezionare la lingua in itinere a loro spese o comunque a tariffe agevolate.
    Poi vorrei capire se è possibile fare un periodo di “internato” volontario in un reparto (tipo quello che si fa in Italia per capirsi) e se questo ha una minima retribuzione. Pensavo che potrebbe essere un buon modo per perfezionare la lingua e per entrare nel loro sistema.

    #3566

    Kiki Trovo
    Membro
    @Kiki Trovo

    Salve a tutti, sono laureata e abilitata in Italia e sto pensando di specializzarmi in Germania. Al momento non so una parola di tedesco e leggevo che è necessario il certificato B2; considerando che ora ho un sacco di tempo libero e che potrei dedicarmi allo studio della lingua in maniera intensiva, secondo voi quanto ci si può impiegare a superare l’esame?
    Avevo sentito dire che per essere assunti bastava avere un livello discreto e che l’ospedale ti dava la possibilità di perfezionare la lingua in itinere a loro spese o comunque a tariffe agevolate.
    Poi vorrei capire se è possibile fare un periodo di “internato” volontario in un reparto (tipo quello che si fa in Italia per capirsi) e se questo ha una minima retribuzione. Pensavo che potrebbe essere un buon modo per perfezionare la lingua e per entrare nel loro sistema.

    #758

    Virginia Camponetti
    Membro
    @Virginia Camponetti

    Sulla lingua, non sono un esperto,però ho motivo di pensare, amche sulla base di esperienze personali di conoscenti, che chi proviene dal Liceo Classico può imparare il Tedesco “basilare”, soprattutto scritto, con una certa facilità, questo perchè ha una struttura grammaticale anche flessiva, cosa che mette in crisi chi non ha mai fatto versioni e sintassi dei casi e del verbo. Un problema serio sono,però, i vocaboli che, a differenza dell’inglese, molto di rado derivano dal Latino o dal Francese.
    Credo che la velocità di apprendimento dipenda molto dalle caratteristiche personali, bisogna considerare che la pratica medica richiede una proprietà di linguaggio molto alta, direi “da intellettuali”, e non so se bastino due o tre anni per raggiungerla

    #3567

    simonecanepa
    Membro
    @simonecanepa

    Sulla lingua, non sono un esperto,però ho motivo di pensare, amche sulla base di esperienze personali di conoscenti, che chi proviene dal Liceo Classico può imparare il Tedesco “basilare”, soprattutto scritto, con una certa facilità, questo perchè ha una struttura grammaticale anche flessiva, cosa che mette in crisi chi non ha mai fatto versioni e sintassi dei casi e del verbo. Un problema serio sono,però, i vocaboli che, a differenza dell’inglese, molto di rado derivano dal Latino o dal Francese.
    Credo che la velocità di apprendimento dipenda molto dalle caratteristiche personali, bisogna considerare che la pratica medica richiede una proprietà di linguaggio molto alta, direi “da intellettuali”, e non so se bastino due o tre anni per raggiungerla

    #759

    Dindi
    Membro
    @Dindi

    @kiki Trovò wrote:

    Salve a tutti, sono laureata e abilitata in Italia e sto pensando di specializzarmi in Germania. Al momento non so una parola di tedesco e leggevo che è necessario il certificato B2; considerando che ora ho un sacco di tempo libero e che potrei dedicarmi allo studio della lingua in maniera intensiva, secondo voi quanto ci si può impiegare a superare l’esame?
    Avevo sentito dire che per essere assunti bastava avere un livello discreto e che l’ospedale ti dava la possibilità di perfezionare la lingua in itinere a loro spese o comunque a tariffe agevolate.
    Poi vorrei capire se è possibile fare un periodo di “internato” volontario in un reparto (tipo quello che si fa in Italia per capirsi) e se questo ha una minima retribuzione. Pensavo che potrebbe essere un buon modo per perfezionare la lingua e per entrare nel loro sistema.

    Ciaoooo!!! Mitico Kiki… mi affianco a te, sono nella stessa situazione e inizierò un corso superintensivo di tedesco a settembre (non so una parola di tedesco…ovvaiiiii!!!), ma ho le stesse domande di Kiki … qualcuno sa darmi due consigli per Ginecologia e Ostetricia??? sono un pò confusa anche sulla scelta di dove andare di preciso, quale città, da dove iniziare, non conoscendo le varie realtà degli ospedali è difficile … voi come avete scelto? qualcuno sa come funziona per Gineco? e per un eventuale internato volontario?! grazie 🙂

    #3613

    SKR
    Membro
    @SKR

    @kiki Trovò wrote:

    Salve a tutti, sono laureata e abilitata in Italia e sto pensando di specializzarmi in Germania. Al momento non so una parola di tedesco e leggevo che è necessario il certificato B2; considerando che ora ho un sacco di tempo libero e che potrei dedicarmi allo studio della lingua in maniera intensiva, secondo voi quanto ci si può impiegare a superare l’esame?
    Avevo sentito dire che per essere assunti bastava avere un livello discreto e che l’ospedale ti dava la possibilità di perfezionare la lingua in itinere a loro spese o comunque a tariffe agevolate.
    Poi vorrei capire se è possibile fare un periodo di “internato” volontario in un reparto (tipo quello che si fa in Italia per capirsi) e se questo ha una minima retribuzione. Pensavo che potrebbe essere un buon modo per perfezionare la lingua e per entrare nel loro sistema.

    Ciaoooo!!! Mitico Kiki… mi affianco a te, sono nella stessa situazione e inizierò un corso superintensivo di tedesco a settembre (non so una parola di tedesco…ovvaiiiii!!!), ma ho le stesse domande di Kiki … qualcuno sa darmi due consigli per Ginecologia e Ostetricia??? sono un pò confusa anche sulla scelta di dove andare di preciso, quale città, da dove iniziare, non conoscendo le varie realtà degli ospedali è difficile … voi come avete scelto? qualcuno sa come funziona per Gineco? e per un eventuale internato volontario?! grazie 🙂

    #760

    Virginia Camponetti
    Membro
    @Virginia Camponetti

    Non voglio portare sconforto,ma il gran numero di medici già abilitati ed esperti, provenienti soprattutto dall’est europeo e dalla Grecia, che hanno fatto richiesta di un lavoro qualsiasi in Germania ha ridotto di molto le opportunità per noi Italiani, soprattutto nelle discipline medico-diagnostiche. Penso che sia meglio lasciar perdere la Germania per un po’

    #3668

    simonecanepa
    Membro
    @simonecanepa

    Non voglio portare sconforto,ma il gran numero di medici già abilitati ed esperti, provenienti soprattutto dall’est europeo e dalla Grecia, che hanno fatto richiesta di un lavoro qualsiasi in Germania ha ridotto di molto le opportunità per noi Italiani, soprattutto nelle discipline medico-diagnostiche. Penso che sia meglio lasciar perdere la Germania per un po’

    #761

    Gabriele Cirigliano
    Membro
    @Gabriele Cirigliano

    salve a tutti…
    io ho saputo, tramite un mio amico, intenzionato anche lui a lasciare l’italia, che è possibile seguire un ‘tirocinio’ di sei mesi, durante il quale si lavora in reparto e viene concessa una piccola borsa di studio. al termine di tale tirocinio, poi, è possibile iscriversi all’ordine della città tedesca, e iniziare la ‘specializzazione’.. è vero? dove si possono cercare informazioni più precise su questo tirocinio, e come si chiama? grazie

    #3678

    ilaria12
    Membro
    @ilaria12

    salve a tutti…
    io ho saputo, tramite un mio amico, intenzionato anche lui a lasciare l’italia, che è possibile seguire un ‘tirocinio’ di sei mesi, durante il quale si lavora in reparto e viene concessa una piccola borsa di studio. al termine di tale tirocinio, poi, è possibile iscriversi all’ordine della città tedesca, e iniziare la ‘specializzazione’.. è vero? dove si possono cercare informazioni più precise su questo tirocinio, e come si chiama? grazie

    #762

    StefanoGiordano
    Membro
    @StefanoGiordano

    @simonecanepa wrote:

    Non voglio portare sconforto,ma il gran numero di medici già abilitati ed esperti, provenienti soprattutto dall’est europeo e dalla Grecia, che hanno fatto richiesta di un lavoro qualsiasi in Germania ha ridotto di molto le opportunità per noi Italiani, soprattutto nelle discipline medico-diagnostiche. Penso che sia meglio lasciar perdere la Germania per un po’

    dove hai sentito queste notizie? secondo me vale la pena sbattersi ed imparare il tedesco perchè comunque puoi fare domanda in Svizzera, Germania ed Austria… insomma… un piano B alla specializzazione in Italia ci vuole pure non si può vivere di illusione e speranze… io parto a fine mese per un corso intensivo in Germania chi sta facendo già questa esperienza ed ha piacere di contattarmi ci possiamo sostenere e scambiare informazioni 😉 è un percorso difficile ma ce la faremo

Stai vedendo 15 articoli - dal 46 a 60 (di 147 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.