Home Forum General Category Esperienze & Racconti My English Experience

4 risposte, 0 voices Last updated by  Jack 4 anni fa
Stai vedendo 11 articoli - dal 1 a 11 (di 11 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #173

    Jack
    Membro
    @Jack

    UK
    Cari colleghi racconterò brevemente la mia esperienza di questi 3 mesi in Inghilterra.
    Background: Abilitato in Italia, un anno di sostituzioni e guardia medica.
    A gennaio mando una miriade di mail ai vari consultant di Endocrinologia di tutto il Regno Unito, per cercare di ottenere un attachment, per iniziare l’iter “da esterno” visto che essendomi abilitato in Italia non potevo accedere al FP.
    Mi arriva la bella notizia che mi hanno preso per 3 mesi (fine Aprile – fine Luglio) per un Observership, che ovviamente non garantiva nessuna offerta di lavoro una volta terminato.
    Prima di iniziare sbrigo tutte le pratiche per ottenere la Full Registration con il GMC, in modo da poter iniziare a lavorare da subito appena terminato il tirocinio, visto che ad Agosto inizia il nuovo anno.
    Il personale è stato molto disponibile e sempre sorridente (a differenza del clima ostile italiano dove si va a lavoro con ansia e dove ogni dubbio è considerato come lacuna nella conoscenza e non come interessamento nel caso specifico). Il mio consultant di riferimento mi ha proposto un sacco di meeting e in ambulatorio spiegava molto. Ma in reparto seguivo gli F1 da una parte all’altra ed essendo un Observership non mi era permesso di “fare” nulla. Solo osservare.
    Sicuramente ho migliorato molto il listening e sono entrato nell’ottica della miriade di sigle con cui elencano tutto nella cartella del paziente. Ma lo speaking poco perché con gli F1 erano disponibili ma impegnati e di certo non potevano spiegarmi tutto. Poi anche per carattere non sono uno che si lancia se non è 100% sicuro di quello che sta dicendo.
    Nel frattempo ho contattato diverse Locum Agencies per aver qualcosa di sicuro ad Agosto, che hanno richiesto analisi virologiche con referto per forza in inglese (prima di iniziare a lavorare), quindi mi sono dovuto trovare un GP per sbrigare tutte queste pratiche. Inoltre, volevano 2 referenze inglesi che per fortuna ho ottenuto facilmente tramite il tirocinio.
    Comunque, sicuramente il tirocinio è stato utile, ma avrò fatto un centinaio di application per F1 e F2 post, sottolineando questa esperienza inglese, ma ho ricevuto gli inviti a solo DUE interviste, e solo per F1 post, in due ospedali diversi.
    Nella prima: “ci spiace ma non ci fidiamo a lasciare il paziente da solo con te perché anche se fluente la lingua non è al top e hai troppa poca esperienza in UK, almeno 6 mesi”.
    Nella seconda, come nella prima, elenco ciò che avevo fatto durante il tirocinio (giro visite, handover, meeting, ambulatorio, etc…) , ma siccome non avevo mai ammesso nessun paziente da solo (visto che ero o in ambulatorio o in reparto di Endocrino + Geriatria, in cui i pz erano già stati ammessi), non mi danno il post, ma mi propongono un attachment (6 settimane), per colmare questa lacuna. Quindi sicuramente più attivo dell’observership. Ovviamente senza promettermi per certo nessun lavoro ma visto l’imbarazzante rapporto interview/application, evidentemente mi mancano ancora dei requisiti. Quello che mi rincuora è che avrebbero potuto benissimo dirmi “ci dispiace … arrivederci”, ma evidentemente sono piaciuto, anche se ancora acerbo per i loro standard.
    Quindi preferisco fare ancora questo periodo di training non pagato per colmare queste lacune, piuttosto che lavorare con le agenzie, sperando che dopo questo attachment si aprano più porte e magari anche io mi sentirò più sicuro nel lavorare.
    Concludendo:
    Dalla mia avventura ho capito che l’esperienza in UK è una cosa fondamentale per i loro standard. Forse ho sbagliato ad abilitarmi in Italia e a non tentare il FP. Credevo che l’esperienza lavorativa, anche se in un altro Paese, avrebbe fruttato più interviste e invece per loro è praticamente nulla.
    Dal punto di vista professionale li ho trovati molto preparati per il livello in cui sono ma secondo me non sanno ragionare come noi. Imparano molto dall’esperienza e se non hanno nel background quel caso si perdono e non sanno che fare. Però dal punto di vista pratico ci distruggono. Non è solo il classico luogo comune! Quindi credo che una volta entrati nel sistema si possa benissimo fare strade come ottimi medici.

    #2422

    rugolino
    Membro
    @rugolino

    Ciao , grazie mille per aver raccontato la tua storia e spero che tutto possa andare per il meglio :).

    #4719

    silvia86
    Membro
    @silvia86

    Ciao , grazie mille per aver raccontato la tua storia e spero che tutto possa andare per il meglio :).

    #2423

    valen111
    Membro
    @valen111

    Ciao, ti ringrazio per aver postato la tua esperienza, hai risposto anche ad un mio dubbio relativo all’esperienza lavorativa in Italia (pensavo che la considerassero un minimo e invece da quel che dici.. hai confermato quello che temevo). Vorrei chiederti se la loro richiesta di almeno 6 mesi è intesa com 6 mesi di Observership o invece da LAS/LAT? Cioè, anche se osservi soltanto loro la considerano? E altra cosa, hai fatto Observership in Endocrinologia.. ma i LAT a cui hai fatto application erano di Endocrinologia o anche di altre discipline? Perchè da quel che vedo sono molto vari, quindi ipotizzo che l’eventuale Observership in Endocrino abbia un peso maggiore se applichi ad un LAT dove cercano qualcuno con un’esperienza in questo campo.. piuttosto per fare un esempio ginecologia/ortopedia ecc.

    Io pensavo di partire subito dopo l’abilitazione a Febbraio e cercare di fare un Observership fino ad Agosto, ma da quel che mi dici però, almeno 6 mesi è davvero dura, anche per il costo della vita. In che città eri? La situazione sai se è così un pò ovunque o in altri posti c’è più possibilità? Io non ho pretese, mi basta lavorare..

    Per quanto riguarda i LAS non hai trovato proprio nulla? Un eventuale LAS aiuta o come leggo nel forum è controindicato perchè ai fini della specialistica non è ben visto? (E sinceramente non riesco ancora a capirne il motivo..).

    Infine, scusa se ti stresso con le molte domande.. ma a livello pratico, in cosa, nei fatti, sono più avanti? Particolari procedure? Io frequento il reparto di medicina interna e sto cominciando anche a imparare qualcosina di eco e procedure varie (tipo paracentesi ecc.), loro sono già a questi livelli o parliamo di cose più “base”? Vorrei arrivare lì dovendo solo colmare un problema di lingua più che di pratica medica.. quindi vorrei capire su cosa concentrarmi maggiormente (sebbene non disdegni nulla, dato il relativo poco tempo preferisco avere delle priorità).

    #4723

    frideos
    Membro
    @frideos

    Ciao, ti ringrazio per aver postato la tua esperienza, hai risposto anche ad un mio dubbio relativo all’esperienza lavorativa in Italia (pensavo che la considerassero un minimo e invece da quel che dici.. hai confermato quello che temevo). Vorrei chiederti se la loro richiesta di almeno 6 mesi è intesa com 6 mesi di Observership o invece da LAS/LAT? Cioè, anche se osservi soltanto loro la considerano? E altra cosa, hai fatto Observership in Endocrinologia.. ma i LAT a cui hai fatto application erano di Endocrinologia o anche di altre discipline? Perchè da quel che vedo sono molto vari, quindi ipotizzo che l’eventuale Observership in Endocrino abbia un peso maggiore se applichi ad un LAT dove cercano qualcuno con un’esperienza in questo campo.. piuttosto per fare un esempio ginecologia/ortopedia ecc.

    Io pensavo di partire subito dopo l’abilitazione a Febbraio e cercare di fare un Observership fino ad Agosto, ma da quel che mi dici però, almeno 6 mesi è davvero dura, anche per il costo della vita. In che città eri? La situazione sai se è così un pò ovunque o in altri posti c’è più possibilità? Io non ho pretese, mi basta lavorare..

    Per quanto riguarda i LAS non hai trovato proprio nulla? Un eventuale LAS aiuta o come leggo nel forum è controindicato perchè ai fini della specialistica non è ben visto? (E sinceramente non riesco ancora a capirne il motivo..).

    Infine, scusa se ti stresso con le molte domande.. ma a livello pratico, in cosa, nei fatti, sono più avanti? Particolari procedure? Io frequento il reparto di medicina interna e sto cominciando anche a imparare qualcosina di eco e procedure varie (tipo paracentesi ecc.), loro sono già a questi livelli o parliamo di cose più “base”? Vorrei arrivare lì dovendo solo colmare un problema di lingua più che di pratica medica.. quindi vorrei capire su cosa concentrarmi maggiormente (sebbene non disdegni nulla, dato il relativo poco tempo preferisco avere delle priorità).

    #2424

    Jack
    Membro
    @Jack

    @frideos wrote:

    Ciao, ti ringrazio per aver postato la tua esperienza, hai risposto anche ad un mio dubbio relativo all’esperienza lavorativa in Italia (pensavo che la considerassero un minimo e invece da quel che dici.. hai confermato quello che temevo). Vorrei chiederti se la loro richiesta di almeno 6 mesi è intesa com 6 mesi di Observership o invece da LAS/LAT? Cioè, anche se osservi soltanto loro la considerano? E altra cosa, hai fatto Observership in Endocrinologia.. ma i LAT a cui hai fatto application erano di Endocrinologia o anche di altre discipline? Perchè da quel che vedo sono molto vari, quindi ipotizzo che l’eventuale Observership in Endocrino abbia un peso maggiore se applichi ad un LAT dove cercano qualcuno con un’esperienza in questo campo.. piuttosto per fare un esempio ginecologia/ortopedia ecc.

    Io pensavo di partire subito dopo l’abilitazione a Febbraio e cercare di fare un Observership fino ad Agosto, ma da quel che mi dici però, almeno 6 mesi è davvero dura, anche per il costo della vita. In che città eri? La situazione sai se è così un pò ovunque o in altri posti c’è più possibilità? Io non ho pretese, mi basta lavorare..

    Per quanto riguarda i LAS non hai trovato proprio nulla? Un eventuale LAS aiuta o come leggo nel forum è controindicato perchè ai fini della specialistica non è ben visto? (E sinceramente non riesco ancora a capirne il motivo..).

    Infine, scusa se ti stresso con le molte domande.. ma a livello pratico, in cosa, nei fatti, sono più avanti? Particolari procedure? Io frequento il reparto di medicina interna e sto cominciando anche a imparare qualcosina di eco e procedure varie (tipo paracentesi ecc.), loro sono già a questi livelli o parliamo di cose più “base”? Vorrei arrivare lì dovendo solo colmare un problema di lingua più che di pratica medica.. quindi vorrei capire su cosa concentrarmi maggiormente (sebbene non disdegni nulla, dato il relativo poco tempo preferisco avere delle priorità).

    @frideos wrote:

    Ciao, ti ringrazio per aver postato la tua esperienza, hai risposto anche ad un mio dubbio relativo all’esperienza lavorativa in Italia (pensavo che la considerassero un minimo e invece da quel che dici.. hai confermato quello che temevo). Vorrei chiederti se la loro richiesta di almeno 6 mesi è intesa com 6 mesi di Observership o invece da LAS/LAT? Cioè, anche se osservi soltanto loro la considerano? E altra cosa, hai fatto Observership in Endocrinologia.. ma i LAT a cui hai fatto application erano di Endocrinologia o anche di altre discipline? Perchè da quel che vedo sono molto vari, quindi ipotizzo che l’eventuale Observership in Endocrino abbia un peso maggiore se applichi ad un LAT dove cercano qualcuno con un’esperienza in questo campo.. piuttosto per fare un esempio ginecologia/ortopedia ecc.

    Io pensavo di partire subito dopo l’abilitazione a Febbraio e cercare di fare un Observership fino ad Agosto, ma da quel che mi dici però, almeno 6 mesi è davvero dura, anche per il costo della vita. In che città eri? La situazione sai se è così un pò ovunque o in altri posti c’è più possibilità? Io non ho pretese, mi basta lavorare..

    Per quanto riguarda i LAS non hai trovato proprio nulla? Un eventuale LAS aiuta o come leggo nel forum è controindicato perchè ai fini della specialistica non è ben visto? (E sinceramente non riesco ancora a capirne il motivo..).

    Infine, scusa se ti stresso con le molte domande.. ma a livello pratico, in cosa, nei fatti, sono più avanti? Particolari procedure? Io frequento il reparto di medicina interna e sto cominciando anche a imparare qualcosina di eco e procedure varie (tipo paracentesi ecc.), loro sono già a questi livelli o parliamo di cose più “base”? Vorrei arrivare lì dovendo solo colmare un problema di lingua più che di pratica medica.. quindi vorrei capire su cosa concentrarmi maggiormente (sebbene non disdegni nulla, dato il relativo poco tempo preferisco avere delle priorità).

    L’esperienza in generale in UK di sei mesi per imparare bene la lingua e sapersi esprimere bene col paziente.
    Ho fatto application per LAS e LAT indistintamente, per qualunque branca (gineco/orto comprese). Ho fatto application per quelli di endocrino ma non è pesato nulla visto che non mi hanno chiamato. Ma uno mi ha risposto che per un F2 avevo troppa poca esperienza in UK. A volte però trovi il LAS dove cmq ti compilano un portfolio cartaceo e quindi hai un resoconto per cercare l’anno successivo l’F2 forse con più facilità.
    La città preferisco non dirla. Una del Nord Inghilterra cmq, dove il costo della vita è decisamente meno caro. Per lavorare trovi tranquillamente con le Locum Agencies anche per livelli di SHO, visto che abilitandoti avrai la full registration e quindi sei post-F1 per il GMC. Io, visto che mi hanno detto che non avrei avuto possibilità neanche per F1 LAS, visto la poca esperienza, non me la sento di iniziare a lavorare senza questo secondo tirocinio più pratico.

    Io pensavo di beccare qualche LAS pensando che fosse più semplice prenderlo e invece manco quelli.

    A livello pratico sono più preparati per quello che devono saper fare come prelievi, emogas, accessi, etc… Io ho l esperienza di molti colleghi che usciti dall’università non sapevano fare queste cose “base”. Alla fine la lingua tecnica è simile visto che deriva da latino e greco, le sigle a volte sono problematiche, perché su un elenco di 10 patologie che ha il paziente in anamnesi remota non è che stai lì a chiedere ogni sigla al collega.
    Spero di essere stato d’aiuto!

    #4724

    werty85628
    Membro
    @werty85628

    @frideos wrote:

    Ciao, ti ringrazio per aver postato la tua esperienza, hai risposto anche ad un mio dubbio relativo all’esperienza lavorativa in Italia (pensavo che la considerassero un minimo e invece da quel che dici.. hai confermato quello che temevo). Vorrei chiederti se la loro richiesta di almeno 6 mesi è intesa com 6 mesi di Observership o invece da LAS/LAT? Cioè, anche se osservi soltanto loro la considerano? E altra cosa, hai fatto Observership in Endocrinologia.. ma i LAT a cui hai fatto application erano di Endocrinologia o anche di altre discipline? Perchè da quel che vedo sono molto vari, quindi ipotizzo che l’eventuale Observership in Endocrino abbia un peso maggiore se applichi ad un LAT dove cercano qualcuno con un’esperienza in questo campo.. piuttosto per fare un esempio ginecologia/ortopedia ecc.

    Io pensavo di partire subito dopo l’abilitazione a Febbraio e cercare di fare un Observership fino ad Agosto, ma da quel che mi dici però, almeno 6 mesi è davvero dura, anche per il costo della vita. In che città eri? La situazione sai se è così un pò ovunque o in altri posti c’è più possibilità? Io non ho pretese, mi basta lavorare..

    Per quanto riguarda i LAS non hai trovato proprio nulla? Un eventuale LAS aiuta o come leggo nel forum è controindicato perchè ai fini della specialistica non è ben visto? (E sinceramente non riesco ancora a capirne il motivo..).

    Infine, scusa se ti stresso con le molte domande.. ma a livello pratico, in cosa, nei fatti, sono più avanti? Particolari procedure? Io frequento il reparto di medicina interna e sto cominciando anche a imparare qualcosina di eco e procedure varie (tipo paracentesi ecc.), loro sono già a questi livelli o parliamo di cose più “base”? Vorrei arrivare lì dovendo solo colmare un problema di lingua più che di pratica medica.. quindi vorrei capire su cosa concentrarmi maggiormente (sebbene non disdegni nulla, dato il relativo poco tempo preferisco avere delle priorità).

    @frideos wrote:

    Ciao, ti ringrazio per aver postato la tua esperienza, hai risposto anche ad un mio dubbio relativo all’esperienza lavorativa in Italia (pensavo che la considerassero un minimo e invece da quel che dici.. hai confermato quello che temevo). Vorrei chiederti se la loro richiesta di almeno 6 mesi è intesa com 6 mesi di Observership o invece da LAS/LAT? Cioè, anche se osservi soltanto loro la considerano? E altra cosa, hai fatto Observership in Endocrinologia.. ma i LAT a cui hai fatto application erano di Endocrinologia o anche di altre discipline? Perchè da quel che vedo sono molto vari, quindi ipotizzo che l’eventuale Observership in Endocrino abbia un peso maggiore se applichi ad un LAT dove cercano qualcuno con un’esperienza in questo campo.. piuttosto per fare un esempio ginecologia/ortopedia ecc.

    Io pensavo di partire subito dopo l’abilitazione a Febbraio e cercare di fare un Observership fino ad Agosto, ma da quel che mi dici però, almeno 6 mesi è davvero dura, anche per il costo della vita. In che città eri? La situazione sai se è così un pò ovunque o in altri posti c’è più possibilità? Io non ho pretese, mi basta lavorare..

    Per quanto riguarda i LAS non hai trovato proprio nulla? Un eventuale LAS aiuta o come leggo nel forum è controindicato perchè ai fini della specialistica non è ben visto? (E sinceramente non riesco ancora a capirne il motivo..).

    Infine, scusa se ti stresso con le molte domande.. ma a livello pratico, in cosa, nei fatti, sono più avanti? Particolari procedure? Io frequento il reparto di medicina interna e sto cominciando anche a imparare qualcosina di eco e procedure varie (tipo paracentesi ecc.), loro sono già a questi livelli o parliamo di cose più “base”? Vorrei arrivare lì dovendo solo colmare un problema di lingua più che di pratica medica.. quindi vorrei capire su cosa concentrarmi maggiormente (sebbene non disdegni nulla, dato il relativo poco tempo preferisco avere delle priorità).

    L’esperienza in generale in UK di sei mesi per imparare bene la lingua e sapersi esprimere bene col paziente.
    Ho fatto application per LAS e LAT indistintamente, per qualunque branca (gineco/orto comprese). Ho fatto application per quelli di endocrino ma non è pesato nulla visto che non mi hanno chiamato. Ma uno mi ha risposto che per un F2 avevo troppa poca esperienza in UK. A volte però trovi il LAS dove cmq ti compilano un portfolio cartaceo e quindi hai un resoconto per cercare l’anno successivo l’F2 forse con più facilità.
    La città preferisco non dirla. Una del Nord Inghilterra cmq, dove il costo della vita è decisamente meno caro. Per lavorare trovi tranquillamente con le Locum Agencies anche per livelli di SHO, visto che abilitandoti avrai la full registration e quindi sei post-F1 per il GMC. Io, visto che mi hanno detto che non avrei avuto possibilità neanche per F1 LAS, visto la poca esperienza, non me la sento di iniziare a lavorare senza questo secondo tirocinio più pratico.

    Io pensavo di beccare qualche LAS pensando che fosse più semplice prenderlo e invece manco quelli.

    A livello pratico sono più preparati per quello che devono saper fare come prelievi, emogas, accessi, etc… Io ho l esperienza di molti colleghi che usciti dall’università non sapevano fare queste cose “base”. Alla fine la lingua tecnica è simile visto che deriva da latino e greco, le sigle a volte sono problematiche, perché su un elenco di 10 patologie che ha il paziente in anamnesi remota non è che stai lì a chiedere ogni sigla al collega.
    Spero di essere stato d’aiuto!

    #2425

    Cicap
    Membro
    @Cicap

    È possibile fare il clinical attachment senza l’abilitazione italiana?

    #4726

    dica33
    Membro
    @dica33

    È possibile fare il clinical attachment senza l’abilitazione italiana?

    #2426

    Laura
    Membro
    @Laura

    @dica33 wrote:

    È possibile fare il clinical attachment senza l’abilitazione italiana?

    Si la puoi Fare, essendo un observhip non serve a nulla la nostra abilitazione.

    #5021

    Maskerato
    Membro
    @Maskerato

    @dica33 wrote:

    È possibile fare il clinical attachment senza l’abilitazione italiana?

    Si la puoi Fare, essendo un observhip non serve a nulla la nostra abilitazione.

Stai vedendo 11 articoli - dal 1 a 11 (di 11 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.