Home Forum General Category UK Specializzarsi in UK: ne vale davvero la pena?

39 risposte, 0 voices Last updated by  CHOISKHOR 3 anni, 11 mesi fa
Stai vedendo 15 articoli - dal 31 a 45 (di 81 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #4325

    emildandy
    Membro
    @emildandy

    Mi approfitto spudoratamente di questa discussione visto che è calda per chiedere un consiglio, visto che non è facilissimo in questo sito trovare il feedback di chi è già partito (e ringrazio quindi Ronin e Tambuthebest che hanno deciso di condividere).

    Che tipo di posizioni conviene cercare per chi si è già specializzato in Italia? Vabbè, la risposta sarà “dipende” quindi sono più preciso riguardo alla mia situazione: sto per specializzarmi in medicina interna (quindi andare in sala non è un problema per me), la motivazione che mi spinge a provare l’UK è fare esperienza e imparare cose nuove.

    Se qualcuno mi sa rispondere sarò felicissimo! 🙂

    #2320

    Marco Nascimben
    Membro
    @Marco Nascimben

    se sei già specialista ti offrono sempre una posizione sotto a quello che vali realmente come minimo:

    se hai esperienza di 2/3 anni post specializzazione dovresti essere un registrar, ma in realtà ti offrono non più che un SHO, mentre se dovresti essere Consultant, se ti va bene ti offrono il contratto da Registrar

    #4326

    Antonio Tivalotti
    Membro
    @Antonio Tivalotti

    se sei già specialista ti offrono sempre una posizione sotto a quello che vali realmente come minimo:

    se hai esperienza di 2/3 anni post specializzazione dovresti essere un registrar, ma in realtà ti offrono non più che un SHO, mentre se dovresti essere Consultant, se ti va bene ti offrono il contratto da Registrar

    #2321

    CHOISKHOR
    Membro
    @CHOISKHOR

    Io l’Inghilterra te la sconsiglio (se vuoi imparare, se invece vuoi guadagnare puoi entrare con un’agenzia qualunque).
    Qui anziché imparare rischio di disimparare: ai meeting del mattino, ogni volta che mi chiedono di descrivere il caso e propongo un’opzione terapeutica (chirurgica o meno, supportata da letteratura internazionale) mi sento dire che “It’s not English”.
    A meno che il Royal College of Surgeons, dove ho fatto dei corsi e che mi manda periodicamente degli upgrade, non abbia chiesto asilo politico in Tagikistan sono solo scuse.
    Un’altra vaccata che sento a ripetizione è che qui non ci sono infezioni perioperatorie: almeno 2 casi a settimana in reparto e il consultant, dall’alto del suo scibile, dice che è solo erisipela.
    Magari a te la chirurgia non interessa (ancor meno l’ortopedia), è solo un modo per farti capire che posto è questo.
    Imparavo molto di più in Italia (triste ma vero).

    #4328

    ronin195
    Membro
    @ronin195

    Io l’Inghilterra te la sconsiglio (se vuoi imparare, se invece vuoi guadagnare puoi entrare con un’agenzia qualunque).
    Qui anziché imparare rischio di disimparare: ai meeting del mattino, ogni volta che mi chiedono di descrivere il caso e propongo un’opzione terapeutica (chirurgica o meno, supportata da letteratura internazionale) mi sento dire che “It’s not English”.
    A meno che il Royal College of Surgeons, dove ho fatto dei corsi e che mi manda periodicamente degli upgrade, non abbia chiesto asilo politico in Tagikistan sono solo scuse.
    Un’altra vaccata che sento a ripetizione è che qui non ci sono infezioni perioperatorie: almeno 2 casi a settimana in reparto e il consultant, dall’alto del suo scibile, dice che è solo erisipela.
    Magari a te la chirurgia non interessa (ancor meno l’ortopedia), è solo un modo per farti capire che posto è questo.
    Imparavo molto di più in Italia (triste ma vero).

    #2322

    wrisberg
    Membro
    @wrisberg

    @antonio Tivalotti wrote:

    se sei già specialista ti offrono sempre una posizione sotto a quello che vali realmente come minimo:

    se hai esperienza di 2/3 anni post specializzazione dovresti essere un registrar, ma in realtà ti offrono non più che un SHO, mentre se dovresti essere Consultant, se ti va bene ti offrono il contratto da Registrar

    Grazie! Ma adesso (se ho capito bene) che l’SHO nel programma delle carriere inglesi ufficialmente non esiste più, quali potrebbero essere il nome delle posizioni per cui fare l’application? E qual è il ruolo delle agenzie?

    @Ronin: mah, io penso che avendo fatto cinque anni di specialità in Italia quello che potevo ottenere dal nostro metodo, con i suoi pro e contro, l’ho ottenuto. Mi interessa un confronto e poi, francamente, non è che il mercato del lavoro sia proprio brillante in Italia in questi tempi di spending review. E’ probabile che in altri paesi ci sia una sanità di livello migliore rispetto all’UK, chessò, Francia o Svezia, ma l’inglese lo parlo benino, altre lingue no. Grazie comunque!

    #4330

    emildandy
    Membro
    @emildandy

    @antonio Tivalotti wrote:

    se sei già specialista ti offrono sempre una posizione sotto a quello che vali realmente come minimo:

    se hai esperienza di 2/3 anni post specializzazione dovresti essere un registrar, ma in realtà ti offrono non più che un SHO, mentre se dovresti essere Consultant, se ti va bene ti offrono il contratto da Registrar

    Grazie! Ma adesso (se ho capito bene) che l’SHO nel programma delle carriere inglesi ufficialmente non esiste più, quali potrebbero essere il nome delle posizioni per cui fare l’application? E qual è il ruolo delle agenzie?

    @Ronin: mah, io penso che avendo fatto cinque anni di specialità in Italia quello che potevo ottenere dal nostro metodo, con i suoi pro e contro, l’ho ottenuto. Mi interessa un confronto e poi, francamente, non è che il mercato del lavoro sia proprio brillante in Italia in questi tempi di spending review. E’ probabile che in altri paesi ci sia una sanità di livello migliore rispetto all’UK, chessò, Francia o Svezia, ma l’inglese lo parlo benino, altre lingue no. Grazie comunque!

    #2323

    CHOISKHOR
    Membro
    @CHOISKHOR

    Il termine SHO è talmente radicato nella cultura medica inglese che persiste tuttora, nonostante il cambiamento a cura del NHS.
    Per fare un paragone: in Italia ora si dice continuità assistenziale, ma tutti continuiamo a dire guardia medica.
    Alla fin fine è cambiata solo la forma, la sostanza è la stessa.
    Se ti interessa fare solo una toccata e fuga ti consiglio l’RMO, è come la guardia medica però è in ospedale.
    Niente da dire sulla merda in cui nuota il sistema sanitario italiano, qui (con tutti i limiti che offre la specializzazione) di fame non muori.

    #4331

    ronin195
    Membro
    @ronin195

    Il termine SHO è talmente radicato nella cultura medica inglese che persiste tuttora, nonostante il cambiamento a cura del NHS.
    Per fare un paragone: in Italia ora si dice continuità assistenziale, ma tutti continuiamo a dire guardia medica.
    Alla fin fine è cambiata solo la forma, la sostanza è la stessa.
    Se ti interessa fare solo una toccata e fuga ti consiglio l’RMO, è come la guardia medica però è in ospedale.
    Niente da dire sulla merda in cui nuota il sistema sanitario italiano, qui (con tutti i limiti che offre la specializzazione) di fame non muori.

    #2324

    Elisa Leonetti
    Membro
    @Elisa Leonetti

    ho, portato solo altre esperienze che non sono mie ma sono di miei parenti stretti, fratello zia zio cugino a cui sono molto legata e di cui conosco benissimo le storie, non parlo di amici di amici. tu spari contro un paese quando la tua esperienza li è molto molto limitata. un consultant non rispecchia l’uk. non me ne frega niente di difendere l’uk, non è neanche un paese che mi piace più di tanto, tanto meno gli inglesi, ma non capisco invece questo tuo rancore verso un posto che comunque conosci a mala pena. Come in Italia si può trovare un reparto di chirurgia in cui insegnano davvero a operare e quindi se un americano finisse lì parlerebbe bene dell’italia, in uk tu hai trovato l’opposto. Ciò non vuol dire corrisponda alla realtà di wuel paese, tutto qui.

    #4338

    annaimpiumi
    Membro
    @annaimpiumi

    ho, portato solo altre esperienze che non sono mie ma sono di miei parenti stretti, fratello zia zio cugino a cui sono molto legata e di cui conosco benissimo le storie, non parlo di amici di amici. tu spari contro un paese quando la tua esperienza li è molto molto limitata. un consultant non rispecchia l’uk. non me ne frega niente di difendere l’uk, non è neanche un paese che mi piace più di tanto, tanto meno gli inglesi, ma non capisco invece questo tuo rancore verso un posto che comunque conosci a mala pena. Come in Italia si può trovare un reparto di chirurgia in cui insegnano davvero a operare e quindi se un americano finisse lì parlerebbe bene dell’italia, in uk tu hai trovato l’opposto. Ciò non vuol dire corrisponda alla realtà di wuel paese, tutto qui.

    #2325

    Elisa Leonetti
    Membro
    @Elisa Leonetti

    e non metto in dubbio la tua esperienza, metto in dubbio il fatto che sia così in tutta l’inghilterra. I pezzi di m***a purtroppo esistono ovunque e può essere che tu sia solo stato sfortunato. Lo scopo di riportare esperienze diverse non era di dar contro a te, ma piuttosto un modo per invitarti a non lasciar perdere tutto solo per uno stronzo. alla fine non è facile trasferirsi in un paese, io non mi arrenderei così facilmente. per mio carattere non lo farei anche per non darla vinta a quel consultant! E poi tu lo vuoi ancora quel contratto in un posto così? 😉 Adesso che hai pure in curriculum un’esperienza li forse ti sarà più facile trovare altrove. Te lo auguro, davvero! se no vai in australia, lì si che sono tutti gentili 😉

    #4339

    annaimpiumi
    Membro
    @annaimpiumi

    e non metto in dubbio la tua esperienza, metto in dubbio il fatto che sia così in tutta l’inghilterra. I pezzi di m***a purtroppo esistono ovunque e può essere che tu sia solo stato sfortunato. Lo scopo di riportare esperienze diverse non era di dar contro a te, ma piuttosto un modo per invitarti a non lasciar perdere tutto solo per uno stronzo. alla fine non è facile trasferirsi in un paese, io non mi arrenderei così facilmente. per mio carattere non lo farei anche per non darla vinta a quel consultant! E poi tu lo vuoi ancora quel contratto in un posto così? 😉 Adesso che hai pure in curriculum un’esperienza li forse ti sarà più facile trovare altrove. Te lo auguro, davvero! se no vai in australia, lì si che sono tutti gentili 😉

    #2326

    CHOISKHOR
    Membro
    @CHOISKHOR

    @annaimpiumi wrote:

    non lo difendo a spada tratta, porto solo altre esperienze che non sono mie ma sono di miei parenti stretti, fratello zia zio cugino a cui sono molto legata e di cui conosco benissimo le storie, non parlo di amici di amici. tu piuttosto spari contro un paese quando la tua esperienza li è molto molto limitata. un consultant non rispecchia l’uk. quindi tu puoi scrivere la tua esperienza ma no sparare contro tutta l’uk. Quando avrai girato più ospedali, conosciuto più consultant allora potrai sparare contro l’uk. non me ne frega niente di difendere l’uk, non è neanche un paese che mi piace più di tanto, tanto meno gli inglesi, ma non capisco invece questo tuo rancore verso un posto che comunque conosci a mala pena. Come in Italia si può trovare un reparto di chirurgia in cui insegnano davvero a operare e quindi se un americano finisse lì parlerebbe bene dell’italia, in uk tu hai trovato l’opposto. Ciò non vuol dire corrisponda alla realtà di wuel paese, tutto qui. Che siano gli ortopedici di tutto il mondo ad essere un po scontrosi?? ;-);-);-) (non mi riferisco a te, è ironia basata su esperienza mia e sulle stupide vignette che girano, così, per sdrammatizzare).

    Anna, scusa un attimo: tu i miei post li leggi? Io ho scritto più e più volte che la mia esperienza è limitata all’ortopedia di Birmingham e che il mio consultant è uno stronzone (il giuslavorista mi ha detto che è un fuorilegge, ma tanto ci capiamo).
    Non ho mai detto che l’intera UK è una merda o simili, anzi: ho espresso la mia gratitudine al NHS, che a differenza de SSN mi dà uno stipendio.
    E SOPRATTUTTO NON HO MAI DETTO A NESSUNO COSA FARE O NON FARE DELLA PROPRIA VITA!!!!!!!!! Né a te né a nessun altro.
    Questa discussione l’ho aperta per chiarire alcuni punti, uno su tutti il luogo comune che vuole che in UK tutto sia bello e perfetto. NON LO E’ E SONO IL PRIMO A RAMMARICARMENE.
    Cosa credi, che sia così coglione da mettermi a generalizzare? Ho avuto modo di apprezzare altre realtà Inglesi (a Derby e a Londra) prima di venire qui, proprio per quello sono rimasto inorridito a vedere queste vaccate.
    Vuoi venire a specializzarti qui? lo vogliono in altri 100000? Per me non ci sono problemi, fatelo pure. Considerate però che ovunque andrete la qualità formativa e il trattamento ricevuto saranno consultant-dipendenti (cosa tristemente vista nell’ex belpaese).
    Il mio rancore (io lo chiamo GIRAMENTO DI COGLIONI) dipende dal fatto che uno stronzo mi fa arrivare qui, non mi fa nemmeno un colloquio preliminare, mi mette a fare il centralinista e poi pretende che lavori per lui due mesi gratis. My dear consultant, salutami ERCA (chi ha visto i film di Tomas Milian sa cosa significa)
    Lo stronzo che promette e non mantiene, anzi vi chiede indietro ciò che vi ha dato e cerca di mettervi in cattiva luce lo trovate anche qui e se sulla carta da lettere vicino al suo nome c’è scritto consultant dovete baciargli il culo anche per avere una sola speranza di passare allo step formativo superiore.
    Sono già in contatto con altri ospedali, British e non, ma poiché qui tutti vogliono una lettera di referenze dal consultant precedente non so se la chiederò (il pirloide è capace di inventarsi chissà che). Anyway, valuterò con calma.

    P.S.: se io sono scontroso tu sei inopportuna, poi fai quello che ti pare.

    #4340

    ronin195
    Membro
    @ronin195

    @annaimpiumi wrote:

    non lo difendo a spada tratta, porto solo altre esperienze che non sono mie ma sono di miei parenti stretti, fratello zia zio cugino a cui sono molto legata e di cui conosco benissimo le storie, non parlo di amici di amici. tu piuttosto spari contro un paese quando la tua esperienza li è molto molto limitata. un consultant non rispecchia l’uk. quindi tu puoi scrivere la tua esperienza ma no sparare contro tutta l’uk. Quando avrai girato più ospedali, conosciuto più consultant allora potrai sparare contro l’uk. non me ne frega niente di difendere l’uk, non è neanche un paese che mi piace più di tanto, tanto meno gli inglesi, ma non capisco invece questo tuo rancore verso un posto che comunque conosci a mala pena. Come in Italia si può trovare un reparto di chirurgia in cui insegnano davvero a operare e quindi se un americano finisse lì parlerebbe bene dell’italia, in uk tu hai trovato l’opposto. Ciò non vuol dire corrisponda alla realtà di wuel paese, tutto qui. Che siano gli ortopedici di tutto il mondo ad essere un po scontrosi?? ;-);-);-) (non mi riferisco a te, è ironia basata su esperienza mia e sulle stupide vignette che girano, così, per sdrammatizzare).

    Anna, scusa un attimo: tu i miei post li leggi? Io ho scritto più e più volte che la mia esperienza è limitata all’ortopedia di Birmingham e che il mio consultant è uno stronzone (il giuslavorista mi ha detto che è un fuorilegge, ma tanto ci capiamo).
    Non ho mai detto che l’intera UK è una merda o simili, anzi: ho espresso la mia gratitudine al NHS, che a differenza de SSN mi dà uno stipendio.
    E SOPRATTUTTO NON HO MAI DETTO A NESSUNO COSA FARE O NON FARE DELLA PROPRIA VITA!!!!!!!!! Né a te né a nessun altro.
    Questa discussione l’ho aperta per chiarire alcuni punti, uno su tutti il luogo comune che vuole che in UK tutto sia bello e perfetto. NON LO E’ E SONO IL PRIMO A RAMMARICARMENE.
    Cosa credi, che sia così coglione da mettermi a generalizzare? Ho avuto modo di apprezzare altre realtà Inglesi (a Derby e a Londra) prima di venire qui, proprio per quello sono rimasto inorridito a vedere queste vaccate.
    Vuoi venire a specializzarti qui? lo vogliono in altri 100000? Per me non ci sono problemi, fatelo pure. Considerate però che ovunque andrete la qualità formativa e il trattamento ricevuto saranno consultant-dipendenti (cosa tristemente vista nell’ex belpaese).
    Il mio rancore (io lo chiamo GIRAMENTO DI COGLIONI) dipende dal fatto che uno stronzo mi fa arrivare qui, non mi fa nemmeno un colloquio preliminare, mi mette a fare il centralinista e poi pretende che lavori per lui due mesi gratis. My dear consultant, salutami ERCA (chi ha visto i film di Tomas Milian sa cosa significa)
    Lo stronzo che promette e non mantiene, anzi vi chiede indietro ciò che vi ha dato e cerca di mettervi in cattiva luce lo trovate anche qui e se sulla carta da lettere vicino al suo nome c’è scritto consultant dovete baciargli il culo anche per avere una sola speranza di passare allo step formativo superiore.
    Sono già in contatto con altri ospedali, British e non, ma poiché qui tutti vogliono una lettera di referenze dal consultant precedente non so se la chiederò (il pirloide è capace di inventarsi chissà che). Anyway, valuterò con calma.

    P.S.: se io sono scontroso tu sei inopportuna, poi fai quello che ti pare.

Stai vedendo 15 articoli - dal 31 a 45 (di 81 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.